News

28 dicembre 2016

Activ, il primo vetro autopulente al mondo

  • Il primo vetro autopulente al mondo.
  • Decompone e scioglie persino lo sporco più persistente.
  • La scelta ideale per situazioni in cui le operazioni di pulizia risultano difficoltose o costose (ad esempio edifici particolarmente alti, serre, lucernari) e dove è importante avere una buona visibilità (ad esempio negli stadi).
  • Questo coating, unico nel suo genere, non si consuma e non si stacca – dura esattamente quanto il vetro.

Cosa occorre sapere sui vetri autopulenti
ACTIV è in effetti analogo a un vetro tradizionale, ma la sua faccia esterna è dotata di un coating speciale con una duplice azione. Se esposto alla luce solare, il rivestimento reagisce chimicamente in due modi: innanzitutto decompone lo sporco organico (ad esempio la linfa degli alberi) e in secondo luogo consente all’acqua piovana di ‘scorrere’ sul vetro rimuovendo lo sporco disciolto.

Il segreto di ACTIV è il suo rivestimento speciale che funziona in due fasi:

  • Decomposizione dello sporco organico
    Grazie a un processo “fotocatalitico” il rivestimento reagisce ai raggi ultravioletti della luce solare naturale decomponendo e sciogliendo lo sporco organico.
  • Rimozione dello sporco
    La seconda fase del processo ha luogo quando pioggia e acqua colpiscono il vetro. Poichè Activ è “idrofilo” l’acqua, invece di formare goccioline, si spande uniformemente sulla superficie del vetro e scivola via portando con sè le particelle di sporco. A differenza di quanto avviene con i vetri tradizionali, l’acqua si asciuga molto velocemente e non lascia macchie.
Novità del settore