News

28 dicembre 2016

Rendimento energetico nell’edilizia – Effetti sulle vetrate

A partire dal 1° Gennaio 2006 è entrato in vigore il Decreto Legislativo n° 192 a titolo “attuazione della direttiva 2009/91/CE relativa al rendimento energetico nell’edilizia”.
Per il nostro settore, l’aspetto più importante di tale provvedimento è la definizione dei valori U per il solo vetro.
Grazie a tale decreto e ai valori di trasmittanza termica, d’ora in avanti sarà praticamente necessario utilizzare vetrate isolanti e/o vetrate isolanti bassoemissive su tutto il territorio nazionale (salvo specifiche eccezioni).

Dove si applica
Il decreto si applica:

  • integralmente nel caso di edifici di nuova costruzione, di ristrutturazione integrale di edifici esistenti di superficie utile superiore ai 1000 metri quadrati e di demolizione e ricostruzione in manutenzione straordinaria di edifici esistenti di superficie utile superiore a 1000 metri quadrati.
  • limitatamente al solo ampliamento dell’edificio nel caso di ampliamenti superiori al 20% del volume dell’edificio.
  • limitatamente al rispetto di specifici parametri, livelli prestazionali e prescrizioni nel caso di ristrutturazioni totali o parzialim e manutenzione straordinaria dell’involucro edilizio.

Le 6 zone climatiche
I valori U di riferimento vengono forniti in funzione della zona climatica. In Italia le zone climatiche sono 6, dalla zona A che è la più calda, alla zona F che è la più fredda. I valori U sono ovviamente più restrittivi passando dalla zona A alla zona F. Nella tabella sottostante troverete la classificazione delle zone climatiche ed alcuni esempi:

Zona
Gradi di giorno
Esempi
A

Fino a 600

Lampedusa, Linosa, Porto Empedocle
B
da oltre 600 a 900
Agrigento, Catania, Crotone, Messina, Palermo, Reggio Calabria, Siracusa, Trapani
C
da oltre 900 a 1400
Bari, Benevento, Brindisi, Cagliari, Caserta, Catanzaro, Cosenza, Imperia, Latina, Lecce, Napoli, Oristano, Salerno, Sassari, Taranto
D
da oltre 1400 a 2100
Ancona, Ascoli Piceno, Avellino, Caltanissetta, Chieti, Firenze, Foggia, Forlì, Genova, Grosseto, Isernia, La Spezia, Livorno, Lucca, Macerata, Massa, Carrara, Matera, Nuoro, Pesaro-Urbino, Pescara, Pisa, Pistoia, Prato, Roma, Savona, Teramo, Terni, Verona, Vibo Valentia, Viterbo
E
da oltre 2100 a 3000
Alessandria, Aosta, Arezzo, Asti, Bergamo, Biella, Bologna, Bolzano, Brescia, Campobasso, Como, Cremona, Enna, Ferrara, Cesena, Frosinone, Gorizia, L’Aquila, Lecco, Lodi, Mantova, Milano, Modena, Novara, Padova, Parma, Pavia, Perugia, Piacenza, Pordenone, Potenza, Ravenna, Reggio Emilia, Rieti, Rimini, Rovigo, Sondrio, Torino, Trento, Treviso, Trieste, Udine, Varese, Venezia, Verbania, Vercelli, Vicenza
F
oltre 3000
Belluno, Cuneo

Le 6 zone climatiche non coincidono con specifiche aree geografiche, ma sono definite in funzione dei “gradi giorno” di ogni singolo comune. Per grado giorno s’intende la somma estesa a tutti i giorni di un periodo annuale convenzionale di riscaldamento, delle sole differenze positive giornaliere tra la temperatura dell’ambiente, convenzionalmente fissata a 20°, e la temperatura media esterna giornaliera. Pertanto, i valori richiesti di trasmittanza termica possono variare significativamente all’interno di una stessa regione.

I valori U
I Valori U indicati nella tabella sottostante definiscono le prestazioni minime da garantire. Sono ovviamente consentite e consigliate forniture di vetrate con prestazioni di isolamento termico superiore. Come già accennato in precedenza dal 1/01/2006, tutti i vetri per edilizia dovranno essere vetrate isolanti. Infatti, il valore minimo richiesto nella zona A è di 5,0 (W/mq°K), inferiore quindi al valore U del vetro Float Monolitico (5,7 W/mq°K). L’unica eccezione possibile sarà quella di utilizzare vetri monolitici con coating bassoemissivo pirolitico, ottenendo valori che possono soddisfare i requisiti imposti per le zone A e B (nel 1° periodo) e A (nel 2° periodo).

Valori limite della trasmittanza centrale termica U (Wmq°K) dei vetri
Zona climatica
Dall’1 Gennaio 2006 U (W/mq°K)
Dall’1 Gennaio 2009 U (W/mq°K)
A

5,0

5,0
B
4,0
3,0
C
3,0
2,3
D
2,6
2,1
E
2,4
1,9
F
2,3
1,6
Approfondimenti